Translate

martedì 1 settembre 2009

L'AIKIDO e Morihei Ueshiba

L'Aikido, letteralmente la Via (Do) dell'Armonia (Ai) dell'Energia (Ki), è l'arte marziale sviluppata da Morihei Ueshiba nel corso degli 86 anni della sua vita di intenso e profondo studio del Budo tradizionale.

Il Fondatore Ueshiba, O'Sensei, nacque a Tanabe, nell'attuale prefettura di Wakayama, il 14 Dicembre 1883 (il 16 Novembre secondo il calendario lunare). Per irrobustire il suo gracile fisico, iniziò adolescente a praticare il nuoto ed il Sumo. Lasciata la casa dei genitori, iniziò lo studio del Ju-Jutsu e della scherma giapponese a Tokyo. Ebbe poi modo di cimentarsi da soldato, arruolandosi come volontario, sui campi di guerra in Manciuria durante gli scontri contro la Russia, imparando le tecniche di battaglia.

Nel pieno dei suoi trent'anni, Ueshiba riprese lo studio del Ju-Justu col maestro Sokaku Takeda, che seguì fino nella regione dell'Hokkaido. Fu un periodo, questo, estremamente importante per la sua formazione, così come il suo successivo incontro col reverendo Onisaburo Deguchi col quale passò circa 8 anni (1919/1927), trasferendosi con tutta la famiglia ad Ayabe nella prefettura di Kyoto. E' in quegli anni, in cui ebbe modo di studiare anche l'uso della lancia, che Ueshiba iniziò a plasmare la sua conoscenza tecnica del Budo per dare vita all'Aikido.
Come racconta O'Sensei:
"Il mio interesse per il Budo iniziò a diventare forte quando avevo 15 anni; da allora iniziai a far visita a diversi maestri di spada e di Jujutsu in varie province. Mi impadronii dei segreti di alcune scuole in pochi mesi ma non c'era nessuno che fosse in grado di illuminarmi sull'essenza del Budo.
Questa era l'unica cosa che potesse soddisfare la mia mente. Così bussai alla porta di varie religioni ma non ottenni risposte concrete.
Nella primavera del 1925, mentre stavo camminando da solo in un giardino, ebbi all'improvviso la sensazione che l'universo stesse tremando. Uno spirito dorato scaturì dalla terra e mi avvolse e il mio corpo divenne d'oro.
Subito la mia mente ed il mio corpo raggiunsero una nuova dimensione. Fui in grado di comprendere il cinguettio degli uccelli e mi si rivelò chiaro il pensiero di Dio, il Creatore dell'Universo.
In quel momento ebbi l'Illuminazione: la fonte del Budo è l'amore per Dio, ossia lo spirito di amorevole protezione nei confronti di tutti gli esseri viventi. Infinite lacrime di gioia fluirono lungo le mie guance.
In quel momento divenni consapevole che il mondo intero è la mia casa e che il sole, la luna e le stelle sono tutte cose mie. Io divenni libero da tutto, smisi di agognare fama, grandi proprietà ed una solida posizione sociale e, quel che è più importante, tralasciai di cercar di diventare forte.
Io capii: il vero Budo non consiste nell'abbattere chi ci attacca con la forza. Il vero Budo non è nato affinchè le armi distruggano il mondo. Il vero Budo consiste nell'accettare lo spirito dell'universo, mantenere la pace nel mondo, produrre nella giusta misura, proteggere e valorizzare tutti i beni della natura.
Dobbiamo permeare di questa verità il nostro essere, nella sua interezza di mente e corpo, utilizzandola nella vita di tutti i giorni".

(Tratto da: AIKIDO - La Pratica di Kisshomaru Ueshiba con la supervisione di Morihei Ueshiba - Ed.Mediterranee).

Masakatsu

Agatsu

.....

La vera vittoria
è
la vittoria
su noi stessi.

Questa frase era tra le preferite di O'Sensei.
Il motto completo è in realtà "Masakatsu Agatsu Katsu Hayabi", ovvero 'La vera vittoria è la vittoria su noi stessi, vittoria qui e adesso'. Lo stesso Ueshiba, d'altronde, utilizzava spesso la forma abbreviata, sia nelle calligrafie sia negli scritti.


Gli altri Approfondimenti